Psicologia degli interrogatori


Principi psicologici dell’intervista investigativa e dell’interrogatorio

 

Oggigiorno assistiamo sempre più ad un interesse morboso verso ciò che riguarda il crimine. I mass media (televisione, cinema, giornali) danno un’immagine dell’investigatore sempre più attento all’aspetto psicologico del criminale, in modo da avere un quadro più completo della personalità, particolarmente se ci si trova di fronte ad un serial killer.
Per poter giungere a tali risultati bisogna effettuare una raccolta di informazioni tramite un’intervista investigativa o l’interrogatorio.
Il colloquio è quindi fondamentale per ottenere informazioni da un testimone di un crimine oppure una confessione e se è condotto in modo sbagliato, il colloquio può essere inutile e determinare una serie di conseguenze negative per le persone coinvolte.
In un colloquio è opportuno mettere a proprio agio l’intervistato in modo da non condurre l’investigatore su false piste che si possono presentare a causa di comportamenti anomali dovuti a stress o emozioni.
Iniziare la conversazione in modo informale e senza toni minacciosi può avere un effetto calmante.
Conoscere delle linee guida può indurre il rischio di problemi che possono insorgere nel momento in cui s’improvvisano le domande. Bisogna non solo fare domande ma soprattutto saperle fare in modo da condurre per mano l’interlocutore verso la dirittura di arrivo.

 

Obiettivi

Il corso si propone di fornire competenze specifiche della criminologia e della psicologia applicate all’investigazione, sperimentando la teoria attraverso esercitazioni pratiche e ponendo particolare attenzione alla comunicazione verbale, non verbale e paraverbale.

 

Destinatari

Il corso si rivolge a :

  • neolaureati che intendono sviluppare specifiche competenze nel campo della Psicologia investigativa;
  • avvocati, magistrati;
  • operatori di forze di polizia;
  • psichiatri, psicologi e psicoterapeuti coinvolti nell’investigazione e nelle fasi della perizia;
  • giornalisti.

 

Requisiti di ammissione

Possono accedere al corso, come “allievi ordinari”, coloro che sono in possesso di titolo di laurea (trien-nale, specialistica o vecchio ordinamento) o titolo equipollente.
I candidati in possesso del solo diploma di scuola media superiore possono iscriversi al corso in qualità di “allievi straordinari”.

 

Numero partecipanti

Al corso sarà ammesso un numero massimo di 30 partecipanti.
Il test finale di valutazione dell’apprendimento consiste nella compilazione di un questionario a risposta multipla.

La Earth si riserva di non attivare il corso qualora il numero degli iscritti fosse inferiore a 15.

Sono previsti crediti ECM.

 

Attestati

A conclusione del corso verrà rilasciato un “Attestato di frequenza” più “Attestato ECM “ previa la frequenza (certifica con firma) ed il superamento della verifica finale di apprendimento.
Agli “allievi straordinari”, in possesso del solo Diploma di Scuola media superiore, verrà rilasciato un “Attestato di partecipazione”.